Ecco come funziona il bonus internet e pc di 500 euro approvato dall’UE

L’Unione europea ha approvato il pacchetto di aiuti da 200 milioni di euro stanziato in Italia per i bonus fino a 500 euro per l’acquisto di servizi internet a banda ultralarga e dispositivi connessi da parte di famiglie a basso reddito.

Social Media Marketing | MASTROiNCHIOSTRO

Durante i mesi del lockdown per l’emergenza Covid-19, tra smartworking e didattica a distanza, ci si è resi conto di quanto sia importante poter contare su connessioni internet e dispositivi connessi. Con prospettive ancora incerte sul fronte del rientro al lavoro e a scuola a partire da settembre, l’Unione europea ha dato il via libera al Bonus internet e pc previsto dal governo italiano con una dotazione di 200 milioni di euro per aiutare le famiglie ad acquistare dispositivi elettronici e servizi internet a banda ultralarga.

Quanto vale e come funziona?
Ora il governo italiano avrà il compito di dettagliare meglio le modalità e le tempistiche di erogazione e di richiesta dell’incentivo, ma nel complesso ogni bonus arriverà fino al valore di 500 euro e sarà utilizzabile per l’acquisto di servizi di connessione alla rete internet, di strumenti per la navigazione e anche di dispositivi elettronici come pc e tablet.

È probabile che a partire da settembre gli operatori di telecomunicazioni cominceranno a mettere in atto particolari offerte che potranno essere acquistate tramite incentivo, anche se ancora non sono stati definiti i dettagli per l’utilizzo del bonus. Secondo quanto riportato, i 500 euro di voucher saranno suddivisi in un massimo di 200 euro spendibili per l’acquisto di servizi di banda ultra larga e fino a 300 euro in apparecchiature.

SOCIAL MEDIA MANAGER | MASTROINCHIOSTRO

Chi può usufruirne?
A quanto si apprende, il bonus internet e pc da 500 euro è principalmente dedicato alle famiglie a basso reddito e comunque con Isee non superiore a 20mila euro, mentre è previsto un incentivo di 200 euro per l’acquisto di servizi di connettività ad almeno 30 Mbps anche per famiglie con Isee superiore a 20mila euro.

Ad avvallare il piano presentato dal governo italiano è stata la commissaria europea alla concorrenza Margrethe Vestager, che ha dichiarato che “il regime di voucher per 200 milioni di euro aiuterà le famiglie a basso reddito in Italia a fruire dell’accesso ai servizi internet a banda larga ad alta velocità”. E ha anche aggiunto che questa iniziativa “contribuirà a ridurre il divario digitale del paese”.

Del resto, secondo i dati dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom), durante l’emergenza dei mesi scorsi il 12,7% degli studenti italiani non ha avuto modo di accedere alla didattica a distanza per mancanza di strumenti adeguati.

L’iniziativa, di cui nei prossimi mesi il governo dovrà definire le ulteriori modalità di fruizione, rientra nel “Piano Voucher” del Comitato banda ultralarga (Cobul) e rivolto proprio a colmare le ancora gradi distanze presenti nel nostro paese sul fronte della digitalizzazione e della connettività veloce.

close

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato su offerte e novità di MASTROiNCHIOSTRO